The Last of Us Remastered (2014 - PS4)

Nell'ottica di rimettere prima o poi mano, per aggiornare e magari pubblicare, il mio volume "Retrogames" (che raccoglie le recensioni di tutti i videogiochi provati dal 1994 al 2006) pubblicherò qui note sui vari giochi provati dal 2007 su Win PC, PS3, PS4 e Android.

The Last of Us Remastered (2014 - PS4)

Messaggioda Bron ElGram » giovedì 11 febbraio 2016, 12:17


Immagine

The Last of Us è un videogioco in stile avventura dinamica di sopravvivenza a sfondo post-apocalittico, sviluppato dalla casa di produzione Naughty Dog, in esclusiva per PlayStation 3 e PlayStation 4.
È stato annunciato ufficialmente il 10 dicembre 2011 durante gli Spike Video Game Awards.[1] Il gioco si è dimostrato il migliore durante l'Electronic Entertainment Expo 2012, aggiudicandosi 5 premi, tra cui il premio per la miglior presentazione, per il miglior gioco per console e per il miglior gioco originale.[2]
Il gioco è uscito il 14 giugno 2013[3] e il 20 giugno in Giappone[4] sia in versione fisica che digitale, scaricabile dal PlayStation Store. È il primo titolo ad avere la caratteristica di poter essere giocato ancora prima del completamento del download stesso (precisamente dal 70%), funzione che verrà poi utilizzata per i videogiochi della PlayStation 4.[5]
Il 9 aprile 2014 viene annunciata sul PlayStation Blog ufficiale una versione del gioco "rimasterizzata" per PlayStation 4, intitolata The Last of Us Remastered. Presenta texture più definite, luci e ombre migliorate, una risoluzione nativa di 1080p, 60 frame al secondo, un documentario sulle cinematiche di gioco e tutti i contenuti scaricabili inclusi. La sua uscita è avvenuta il 29 luglio 2014.[6]
L'11 novembre 2014 viene pubblicato The Last of Us: Game of the Year Edition per PlayStation 3. L'edizione "gioco dell'anno" presenta tutte le espansioni scaricabili incluse direttamente nel disco di gioco, così come avvenuto per la versione Remastered.

Concept
L'idea per The Last of Us nacque durante una puntata della serie BBC Planet Earth, che mostrava una formica infettata da un Cordyceps: il fungo le infetta il cervello producendo escrescenze da esso. Il concetto che tale fungo potesse infettare anche gli esseri umani fu l'idea iniziale del gioco. Maggiori ispirazioni artistiche derivano dai film Non è un paese per vecchi e The Road, dal fumetto The Walking Dead, dal romanzo storico La città dei ladri, da quello del 1954 di Richard Matheson, Io sono leggenda, e dai film tratti da quest'ultimo.[7]
Nonostante l'epidemia del fungo faccia da sfondo per buona parte dell'avventura, non si tratta di un comune "gioco di zombie", quanto più di "una storia d'amore con un rapporto simile a quello che intercorre tra padre e figlia", influenzato in parte da quello tra Nathan Drake e Victor Sullivan, suo mentore e padre adottivo, visto nella serie Uncharted dello stesso studio. Joel è un contrabbandiere ormai segnato dalla continua lotta per la sopravvivenza, mentre Ellie è una ragazza quattordicenne con poca esperienza del mondo pre-apocalittico.[7]
Quando venne mostrato al pubblico il primo trailer di Dead Island, il team era preoccupato per il fatto che i due giochi potessero risultare simili negli intenti, mettendo entrambi in mostra il lato umano o emotivo delle persone rispetto ad eventi apocalittici. Con la pubblicazione però il team si è reso conto che il Gameplay del gioco finale era in realtà ben distante da quanto mostrato nel Trailer. Al contrario, il Lead Designer Neil Druckmann pensa che il trailer di The Last of Us "sia molto rappresentativo di ciò a cui stiamo lavorando".[7] Druckmann ha anche dichiarato che vuole che la storia di The Last of Us alzi il livello per altri sviluppatori di videogiochi e per i videogiochi stessi, poiché ritiene che solitamente le trame videoludiche non siano curate quanto dovrebbero.[8][9]
Il primo Gameplay vero e proprio è stato mostrato durante l'E3 2012, occasione in cui la casa di sviluppo ha mostrato al pubblico una lunga sessione di gioco che chiariva le meccaniche di Gameplay e mostrava l'elevata intelligenza artificiale di nemici ed alleati.

Trama
A venti anni di distanza da una pandemia che ha stravolto l'intera civiltà, gli umani infetti sono ormai fuori controllo e i sopravvissuti si uccidono a vicenda per recuperare cibo, armi o in alcuni casi per ricorrere al cannibalismo. Joel è uno spietato superstite che viene ingaggiato per portare la quattordicenne Ellie fuori da una zona di quarantena controllata da un severo regime militare, ma quello che all'inizio sembra un compito semplice si trasforma ben presto in un impegnativo viaggio attraverso gli Stati Uniti. Joel è un sopravvissuto, ma gli importa poco della vita e ancora meno della gente. The Last of Us racconta la sua storia e quella dell'incontro con Ellie, una ragazzina nata e cresciuta dopo la catastrofe, nella zona di quarantena di Boston. La catastrofe non è infatti al centro della trama, ma diventa un semplice sfondo davanti al quale è la storia di Ellie e Joel ad essere messa al primo posto. Joel è un contrabbandiere, uno dei pericolosi mercenari che portano dentro e fuori l'area militarizzata qualsiasi cosa serva ai loro clienti, senza fare domande. E stavolta è proprio la ragazza che va trafugata: portata oltre i muraglioni guardati a vista e consegnata ad un manipolo di uomini delle Luci, gruppo dissidente che lotta da anni contro il regime marziale per liberare le comunità di sopravvissuti dal giogo dell'esercito. Joel è un tipo diretto e concreto: non gli importa di sapere il perché di questo scambio, gli basta un tornaconto. E così trascina con sé Ellie, fuori. Ciò che non sa è che Ellie è probabilmente la chiave per debellare il terribile virus, in quanto è stata morsa poco tempo prima risultando immune all'infezione. Ma ciò che Joel non può realmente immaginare è che Ellie diventerà la cosa più importante della sua vita: una nuova ragione per andare avanti. Nel finale, infatti, non sarà un lieto fine a trionfare, ma lo spontaneo amore paterno di un uomo che non può sopportare nuovamente la sofferenza già provata in passato, a costo di mettere a repentaglio la sopravvivenza dell'intera umanità.

Left Behind
Al PlayStation 4 Launch Event del 14 novembre 2013 è stato annunciato il primo contenuto aggiuntivo per giocatore singolo, intitolato Left Behind, la cui uscita è avvenuta il 14 febbraio 2014[21]. Si tratta di un prequel in cui il giocatore impersona Ellie prima degli eventi del gioco, accompagnata dalla sua amica Riley (interpretata da Yaani King)[22][23]. Si prenderà il controllo di Ellie anche durante i momenti in cui cerca il materiale necessario per curare la ferita di Joel dopo il loro scontro con i cacciatori all'Università (non mostrati in The Last of Us), alternando così momenti di gameplay che rimandano al gioco originale a momenti di pura esplorazione e svago con Riley[24]. Come il gioco originale, anche Left Behind ha ricevuto il plauso della critica internazionale, ricevendo principalmente voti tra l'8 e il 10[25][26]. La colonna sonora (The Last of Us: Volume 2), della durata di un'ora, è nuovamente affidata a Gustavo Santaolalla.

https://it.wikipedia.org/wiki/The_Last_of_Us
Avatar utente
Bron ElGram
Site Admin
Site Admin
 
Posts: 13713
Iscritto il: giovedì 3 gennaio 2013, 15:50

  • Condividi su
  •   Aiuta ad aumentare la popolarità di BroomGulf condividendo la pagina!
    Condividi su Facebook

Re: The Last of Us Remastered (2014 - PS4)

Messaggioda Bron ElGram » domenica 17 aprile 2016, 10:13


Voto (* - ****) : ****
Uno dei più grandi capolavori creati per PS4: grafica, trama, coinvolgimento emotivo, giocabilità, colonna sonora ed effetti speciali al massimo livello. Tutto quanto possa desiderare un gamer dall'industria videoludica concentrato in un solo titolo.
Da far provare a qualche editorialista che prova ancora a dire che l'arte videoludica è un'arte di seconda lega, nicchia di dissociati alienati...
Per me, da Oscar.
Avatar utente
Bron ElGram
Site Admin
Site Admin
 
Posts: 13713
Iscritto il: giovedì 3 gennaio 2013, 15:50


Torna a 3e. Game & Retrogame Testing

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron