Lara Croft and the Temple of Osiris ( 2014 - PS4 )

Nell'ottica di rimettere prima o poi mano, per aggiornare e magari pubblicare, il mio volume "Retrogames" (che raccoglie le recensioni di tutti i videogiochi provati dal 1994 al 2006) pubblicherò qui note sui vari giochi provati dal 2007 su Win PC, PS3, PS4 e Android.

Lara Croft and the Temple of Osiris ( 2014 - PS4 )

Messaggioda Bron ElGram » domenica 27 dicembre 2015, 0:04


Immagine

Immagine

Immagine

Lara Croft and the Temple of Osiris è un videogame per PC, PlayStation 4 e Xbox One sviluppato da Crystal Dynamics e distribuito da Square Enix. Uscito nel novembre 2014, è il secondo spin-off della serie Tomb Raider e rappresenta il sequel di Lara Croft and the Guardian of Light (uscito nel 2011).


Trama

Molti millenni fa il perfido dio Seth rubò il sacro bastone magico di Iside e lo usò contro la sua stessa proprietaria per imprigionare lei e suo figlio Horus nel Duat; in seguito uccise suo fratello Osiride, smembrò il suo corpo e ne sparse i pezzi per tutto il suo Santuario, in Egitto. Libero di scatenare la sua perfidia, prese possesso del mondo e poi scese nel Duat per diventare re dell'oltretomba, ma senza il sacro bastone non riuscì più a venirne fuori e rimase imprigionato.

Ai giorni nostri, Lara Croft trova l'ingresso del misterioso Santuario di Osiride; qui trova il suo collega/rivale Carter Bell, sulle tracce dello stesso luogo. Durante un litigio, i due archeologi rimuovono il bastone di Iside e così facendo liberano accidentalmente Seth. Per questa loro grave colpa Lara e Carter vengono colpiti da una maledizione: la divoratrice Ammit li cerca incessantemente per cibarsi delle loro anime. Per scongiurare il pericolo, i due devono fermare il crudele Seth prima che distrugga il mondo intero, affrontando le armate dei suoi soldati e altri dei egizi che ha corrotto con la sua malvagità; fortunatamente possono contare sull'aiuto di Iside e Horus, moglie e figlio di Osiride, che con i loro poteri tenteranno di ritrovare i pezzi del corpo di Osiride perché affronti definitivamente Seth e scongiuri l'Apocalisse.

Combinando l'astuzia e l'agilità dei due archeologi con i poteri degli dei, il quartetto riesce a farsi strada nel Santuario e a liberare tutte le aree dall'influenza di Seth, sconfiggendo i suoi servitori e gli dei che sono passati al suo servizio; così facendo riescono a ricomporre il corpo di Osiride, che li aiuta in un'epica battaglia finale contro Seth. Il malvagio dio viene sconfitto e rimandato nel Duat, ma Osiride ricorda loro che la sua permanenza lì è solo temporanea, e che prima o poi tornerà a liberarsi. Finalmente liberi dalla maledizione, Lara e Carter possono tornare alle loro vite, mentre Iside e Horus rimangono a guardia del Santuario in attesa che Seth torni dalle tenebre.


Gameplay

Come il suo predecessore, Temple of Osiris si distacca completamente dalla serie regolare di Tomb Raider, presentando una visuale isometrica dell'ambiente di gioco. Il gameplay è di tipo cooperativo: tramite connessione internet o joystick aggiuntivi, fino a 4 giocatori possono giocare insieme nei panni di Lara, Carter Bell, Iside o Horus. Ciascuno dei personaggi è dotato di propri poteri e abilità differenziate. I giocatori dovranno collaborare per uccidere i nemici, superare le trappole e risolvere enigmi: il gameplay varia in relazione al numero dei giocatori. Il gioco può essere completato anche in modalità single player: in questo caso l'unico personaggio giocabile sarà Lara, dotata però di alcune abilità caratteristiche degli altri personaggi. Anche in questo caso il gameplay cambierà.

Per andare avanti nella trama, i giocatori dovranno esplorare il Santuario di Osiride per scoprire le tombe o gli altri ambienti a esso collegati; ciascuno di essi presenta una porzione di gameplay a sé stante, basata ora sul platforming, ora sulla risoluzione di enigmi, ora sugli scontri coi nemici. A volte per sbloccare l'ingresso a questi ambienti è necessario risolvere un breve enigma o uccidere un certo numero di nemici; alcuni ambienti sono inoltre raggiungibili solo cambiando le condizioni atmosferiche e/o il momento della giornata mediante la Macchina di Osiride, che si trova al centro del Santuario ed è in grado di controllare il tempo.

Per liberare un'intera area è necessario superare tutte le tombe principali e recuperare tutti i pezzi del corpo di Osiride, il che comprende anche il combattimento contro dei mini-boss; una volta liberata l'area sarà possibile affrontare il boss principale, che custodisce uno dei vasi canopi. Il combattimento contro i boss principali prevede un mix di azione e risoluzione di enigmi.

Oltre alla trama principale, il giocatore potrà affrontare delle "Tombe-puzzle" a sé stanti, in cui dovrà risolvere degli enigmi per ottenere potenziamenti e raggiungere determinati obiettivi.

Curiosità

Il nome di Carter Bell è un omaggio ai due archeologi Howard Carter (scopritore della Tomba di Tutankhamon) e Gertrude Bell, famosa per i suoi studi sull'Egitto.
Nel primo livello del gioco ci si può imbattere in un cadavere steso per terra le cui sembianze ricordano molto da vicino Nathan Drake, protagonista della serie Uncharted, "rivale" di Tomb Raider.

https://it.wikipedia.org/wiki/Lara_Crof ... _of_Osiris
Avatar utente
Bron ElGram
Site Admin
Site Admin
 
Posts: 13713
Iscritto il: giovedì 3 gennaio 2013, 15:50

  • Condividi su
  •   Aiuta ad aumentare la popolarità di BroomGulf condividendo la pagina!
    Condividi su Facebook

Re: Lara Croft and the Temple of Osiris ( 2014 - PS4 )

Messaggioda Bron ElGram » lunedì 11 gennaio 2016, 22:28


Voto (* - ****) : *** (quasi 4 ;) )
Bella grafica, ottima colonna sonora, interessanti enigmi da risolvere, rigiocabilità... oltra a un protagonista di eccezione per questa specie di edizione di Diablo 3 in gonnella e con meno aspetti rpg. Grande e piacevolissimo. Consigliato.
Avatar utente
Bron ElGram
Site Admin
Site Admin
 
Posts: 13713
Iscritto il: giovedì 3 gennaio 2013, 15:50


Torna a 3e. Game & Retrogame Testing

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite